LA COMPRESSIONE E LO SPORT

29/04/2016

Ultimamente è sempre più frequente vedere atleti che indossano tute, maglie, pantaloni o calze ad azione compressiva, sia prima che dopo l’allenamento.
Sentiamo spesso parlare di compressione o contenzione. La compressione avviene quando il materiale di cui è tessuto l’indumento tende a tornare alla dimensione originale, mentre la contenzione viene creata per contrastare l’aumento di volume dei muscoli in movimento.

La maggior parte delle calze hanno una doppia azione combinata compressiva-contenitiva, che permette alla forza generata dalla contrazione muscolare di non trovare sfogo verso l’esterno, ma verso i piani profondi, svuotando le vene muscolari, le vene profonde e accelerando il ritorno linfatico. La pressione generata dagli indumenti arriva fino a livello del microcircolo laddove avvengono i fenomeni di scambio capillare tra ossigeno e sostanze nutritive e contemporaneamente, il riassorbimento dell’acqua e della linfa, ottenendo così un flusso capillare accelerato.

La compressione minima da esercitare per avere un effetto positivo, è di 18-20 mmHg.

Qual è la durata dell’efficacia della compressione nel tempo?

Si può affermare che quanto più è basso il grado di compressione iniziale, tanto più rapidamente la calza perde le sue caratteristiche compressive/contenitive. In conclusione, l’elastocompressione comporta indubbiamente benefici di percezione della stanchezza dopo un allenamento intenso.

Altri articoli

ARTROPATIE E SPORT…QUALE?

17/04/2019

L’artrosi è una malattia cronica caratterizzata da degenerazione e usura progressiva della cartilagine articolare. Prevalentemente colpisce le articolazioni di anca, ginocchia, rachide, mano e piede. L’incremento della malattia &e...

Leggi tutto

ESTATE E MALATTIE REUMATICHE, COSA FARE?

04/04/2019

Esposizione solare e malattie reumatiche? Si grazie ma con moderazione. Con il termine reumatismo si indica un insieme di sintomi che riguardano il sistema articolare. Si manifestano con dolore articolare, rigidità muscolare, rigidità...

Leggi tutto

MALATTIE REUMATICHE: ESERCIZI PER PREVENIRLE.

17/01/2019

  I movimenti mirati possono impedire e rallentare la degenerazione di tendini, muscoli e articolazioni Le malattie reumatiche (artrosi, artrite eccetera) sono al secondo posto dopo quelle cardiovascolari come causa di invalidità. ...

Leggi tutto